Il buon proposito di Schoeller Allibert per l'Anno Nuovo? Quello di superare ogni vostra aspettativaand exceed your expectations!

L'Anno Nuovo è tempo di buoni propositi per fare le cose meglio di prima. In Schoeller Allibert abbiamo una cosa che non vogliamo cambiare: il nostro impegno nel fornirvi sempre il prodotto riutilizzabile e riciclabile milgiore sul mercato e promettiamo questo: continueremo a migliorare e ad innovare le nostre soluzioni per essere sicuri che possano eccedere le aspettative sia del mercato che della società. Il nostro passato parla chiaro: anche il 2023 sarà un anno di successi!

Il nuovo anno sarà un grande anno per l'industria dell'imballaggio; l'UE sta adottando un nuovo regolamente per la plastica a contatto diretto con gli alimenti come parte dell' "European Green Deal" che promette di mettere fine agli imballaggi monouso incentivando l'utilizzo delle versioni riutilizzabili e riciclabili. 

Il Ciclo dei Prodotti

Un elemento chiave della nuova Regolamentazione è l'introduzione del ciclo chiuso di ri-ciclo dei prodotti. Questo significa che i produttori come Schoeller Allibert potranno acquistare le vecchie cassette per poterle riciclare in nuovi modelli ma solo per il medesimo cliente e per il medesimo utilizzo. Pertanto questo significa che le vecchie cassette per il pane potranno creare nuove casse per il pane e quelle per il pesce potranno costituire nuovi imballaggi per il settore ittico ma non vice versa.

La Regulamentazione avrà grandi conseguenze sia per i clienti che per l'industria. 

Per il cliente:

  • Assicurerà che esista sempre una versione riutilizzabile del proprio imballo;
  • Ridurrà la quantità di imballi abolendo quelli non necessari
  • Fornirà un'etichettatura che esporrà chiaramente le modalità di riciclo per ogni materiale.

Per il produttore:

  • Creerà nuove opportunità di business;
  • Ridurrà la domanda di materia prima vergine
  • Renderà il settore pronto per la "carbon neutrality" entro il 2050. 
     

Per l'intera UE, la nuova Regolamentazione ridurrà la dipendenza dei Paesi membri dai fornitori esterni ed incentiverà lo sviluppo di un nostro settore del riciclo sempre più competitivo.

Dopo un iniziale perisodo di transizione di sei mesi, la nuova Regolamentazione entrerà ufficialmente in vigore a partire dal 1 lulgio 2023. Questo darà il tempo necessario ai produttori di conformare i propri processi e richiedere i nuovi permessi necessari. Una cosa è certa: Schoeller Allibert sarà pronta. Perchè? Perchè il nuovo obiettivo definito dal Regolamento è già nostro obiettivo da alcuni anni.

Effetti opposti

Al contrario di quanto mostrino i pregiudizi sulla plastica, ne esistono due tipi con due effetti assolutamente opposti sulla sostenibilità. 

  • La plastica monouso per il consumatore e gli altri imballi che vengono gettati via subito dopo l'uso e che vengono dispersi nell'ambiente in enormi quantità, danneggiando gli ecosistemi e creando problemi di lungo termine.
  • Contenitori, pallet ed altri imballi logistici fatti con plastica riciclata, riutilizzabili infinite volte e riciclabili a fine vita. Questa seconda opzione riduce se non elimina gli scarti. 
     

Ironicamente i problemi principali della plastica monouso sono la sua durabilità e longevità che diventano invece dei punti di forza per gli imballaggi riutilizzabili per la logistica del ritorno (RTP). Il fatto che gli RTP possono essere riutilizzati e riciclati innumerevoli volte aumenta la loro sostenibilità decisamente al di sopra di quella degli imballi monouso di ogni materiale.

E' proprio questo il principio che adottiamo in Schoeller Allibert con così tanta enfasi: da sempre cerchiamo di mettere la massima percentuale di materiale riciclato (quando è possibile ed è permesso) nei nostri prodotti nuovi.

Nel 2023 continueremo a sperimentare l'utilizzo di materiale riciclato che ci ha permesso negli anni passati di sviluppare soluzioni innovative e pluripremiate come la cassa Corona, il CircuLine® e la nostra cassa WFO. 

La cassa Corona

Sviluppata e stretto contatto con AB InBev, il più grande produttore mondiale di birra, per uno dei suoi brand più famosi. Questa cassa da 20 bottiglie ha vinto il premio "Best Environment-Friendly Packaging" al 2022 World Beverage Innovation Awards.

Ogni cassa è costituita da almeno il 91% di plastica riciclata dei quali almeno il 20% derivante da scarti dell'industria marittima (reti da pesca, corde ecc) . Tutte le cassette sono riciclabili al 100% permettendo al marchio Corona di passare da un flusso lineare ad uno circolare dell'utilizzo della plastica. Inoltre queste cassette sono ancora più sostenibili: sono progettate per essere "user-friendly" e con un design accattivante grazie al loro effetto marmo. 

CircuLine® 

La gamma CircuLine® contiene almeno il 30% di plastica riciclata per ridurre il consumo di materia prima vergine e incentivare le pratiche del riutilizzo e del riciclo delle risorse naturali.

CircuLine® offre un modo semplice per ridurre l'impatto ambientale delle attività senza compromettere le prestazioni. Questo permette inoltre di ridurre il costo dell'imballaggio e l'incidenza della tassazione sulla plastica già attiva in UK ed in Italia e, a breve, in tutta l'UE.

Questi sono i prodotti di Schoeller Allibert già disponibili in CircuLine®: Cassoni e Casse Pallet (RPC), Cassoni e cassette abbattibili (FSC e FLC), pallet, Contenitori sovrapponibili o Inseribili/Sovrapponibili, Cassette porta Bottiglie e secchi. Assieme al nostro Dipartimento Innovazione stiamo costantemente testando nuove tecniche per aumentare la nostra gamma di prodotti in CircuLine®. 

La WFO box

La WFO box è il frutto di quasi 2 anni e mezzo di ricerca ed il risultato è un particolare motivo di orgoglio per la Schoeller Allibert. Sviluppata in collaborazione con Waste Free Oceans (da cui l'acronimo WFO), questa cassetta di altissima qualità è prodotta utilizzando scarti di reti da pesca - non si tratta quindi solamente di un caso di successo di riciclo ma anche una delle più grandi vittorie nella guerra contro l'inquinamento marittimo fino ad ora.

Questi sono solo 3 esempi di tutto l'arsenale di cui dispone Schoeller Allibert per combattere nel nome della sostenibilità. La nostra azienda investe molto tempo e sforzi nel produrre generazioni di prodotti sempre nuovi e sostenibili perchè sono sempre più leggeri, "intelligenti" ed efficienti e perchè la sostenibilità di un prodotto aiuta a ridurre gli sprechi mentre riducono i costi delle inefficienze.  

Una tonnellata, un albero

Per dimostrare al settore ed ai clienti che Schoeller Allibert è seriamente impegnata nella realizzazione della sostenibilità ambientale, l'azienda concentra la sua attenzione sull'origine della plastica che utilizza per produrre. La vera sostenibilità si attua attraverso la circolarità. Ecco perchè Schoeller Allibert ha deciso di piantare un albero per ogni tonnellata di plastica che (ri)acquista dai propri clienti.

Queste cassette verranno poi riciclate in nuove casse ed i nuovi alberi piantati in una foresta globale costituita da 5.200 alberi che si estende su 4 continenti totalizzando 5.4 ettari ed equivalenti ad 878 tonnellate di CO2 catturate. 

Nel 2023, la foresta di Schoeller Allibert continuerà a crescere perchè continueremo a riciclare vecchie cassette (e nuovi scarti di produzione) in nuovi contenitori riutilizzabili e riciclabili che aggiungeremo alla nostra lista di prodotti pluripremiati ed innovativi.

Questo è il nostro buon proposito e lo rispetteremo: quest'anno, più che mai, i nostri prodotti beneficeranno sia del successo dei nostri clienti che della sostenibilità del nostro pianeta!

Torna al riassunto

Stay connected

Subscribe to our newsletter to receive our latest updates!

www.schoellerallibert.com/it/novita/notizie-aziendali/il-buon-proposito-di-schoeller-allibert-per-lanno-nuovo-quello-di-superare-ogni-vostra-aspettativaand-exceed-your-expectations/